Tagesmutter Piacenza e Tagesmutter Cremona: nuovo sito

Se cerchi una persona a cui affidare il tuo bimbo, le Tagemutter Piacenza e Cremona potrebbero essere la soluzione che stai cercando.

Da oggi è online il nuovo sito dell’ Associazione Barbafamiglie, dove è possibile scoprire chi sono le Tagesmutter, cosa fanno, tutte le loro attività e i profili personali. Organizzano anche il corso per diventare Tagesmutter ;-)

Come è nata l’associazione Barbafamiglie? Ecco la loro risposta:

“Nel 2010 ci siamo incontrate e conosciute, ci siamo rese conto di condividere alcuni punti di cui uno ci ha spinto a volerci lanciare in quest’avventura: la conciliazione lavoro-famiglia.

In questa prospettiva, il servizio Tagesmutter sembrava la soluzione migliore per le donne che volessero lavorare e allevare, contemporaneamente, i propri figli permettendo ad altre donne di rientrare a lavoro dopo la maternità. La flessibilità oraria, caratteristica fondamentale del servizio, consente a tutte le lavoratrici con esigenze particolari (vedi anche le turniste) di usufruire di un accudimento personalizzato per i propri figli.

Un altro punto, che contraddistingue il servizio Tagesmutter Piacenza da tutte le altre forme di cura, è la continuità degli spazi: il bambino esce dalla propria casa per entrare in un’altra casa, da qui il concetto di domesticità.

La casa della Tagesmutter, adeguatamente attrezzata, diventa così luogo di incontro: il bambino non solo entra in una casa ma in una nuova famiglia dove incontrerà figli delle Tagesmutter ma anche altri piccoli ospiti di età anche differenti.

La ricchezza di stimoli, proveniente da un ambiente nuovo e da bambini nuovi, diventa parte integrante di un progetto educativo personalizzato sul bambino in base all’età e diventa fonte di scoperte e occasione di crescita personale. I figli delle Tagesmutter diventano quasi dei fratelli!

Anche i genitori instaurano con le Tagesmutter un rapporto quasi amicale e con le madri primipare le Tagesmutter, già con figli, diventano anche una fonte di conoscenze e/o suggerimenti utili. E poi arriva il momento in cui il genitore viene a riprendere il proprio bambino: quando lui piange perché vuole rimanere dalla propria “Tata” pensiamo “Evviva!” e credo che, se da una parte il genitore un po’ sia, sanamente geloso, dall’altra sia estremamente sicuro e tranquillo nell’andare a lavoro e lasciare il proprio figlio/a in un’altra casa!”

Se sei di Cremona o Piacenza e hai un bimbo, ti invito a visitare il loro sito internet. La responsabile dell’Associazione, Miriam, saprà consigliarti la soluzione migliore per il tuo piccolo!

Comments are closed.